RIDUCI GLI SPRECHI CON IL LEAN SIX SIGMA

Il Lean Six Sigma è lo strumento più utilizzato oggigiorno dalle aziende di tutto il mondo per risolvere i problemi, migliorare le performance dei processi aziendali e ridurre gli sprechi.

Quando si parla di Lean Six Sigma si intende la combinazione di due metodologie:

  • la Lean che deriva dallo studio e dalla teorizzazione del modello di produzione Toyota;
  • il Six Sigma, sviluppato da Motorola nei primi anni ’80.

Nasce così una metodologia che offre strumenti estremamente efficaci per l’analisi e il miglioramento di processo. L’ obiettivo è quello di ridurre il più possibile la variazione all’interno dei processi, perché questa porta inevitabilmente alla difettosità. Il Lean Six Sigma unisce, quindi, alla semplicità e velocità di applicazione di metodi qualitativi, la potenza degli strumenti di analisi statistica con cui sviscerare le cause radice di ogni problematica, eliminandole in maniera definitiva.

Quali sono le applicazioni del Lean Six Sigma?

Negli ultimi anni il Lean Six Sigma è uscito dai confini della produzione per interessare anche i processi transazionali (“d’ufficio”), ovvero tutte quelle operazioni basate su transazioni di dati e informazioni piuttosto che su lavorazioni fisiche di prodotti, applicandolo quindi a processi di progettazione, marketing, assistenza, contabilità. È infatti adottato con risultati tangibili in settori differenti: manifatturiero, meccanico, automobilistico, farmaceutico, moda, food & beverage, logistico, servizi finanziari.

Quali benefici apporta l’applicazione del Lean Six Sigma?

L’applicazione del Lean Six Sigma nelle imprese, anche piccole e medie, determina un aumento di produttività e redditività tali da mantenerle attive nella competizione del mercato attuale e futuro. Statisticamente i benefici economici per le aziende che adottano correttamente la metodologia sono valutabili nell’ordine del 2-3% sul fatturato, con picchi di oltre il 10%. Raggiungere 6 sigma significa raggiungere un controllo del processo tale da avere soltanto 3,4 difetti per milione di pezzi.

Il Lean Six Sigma permette di eliminare gli sprechi in ogni processo: dal marketing ai processi produttivi, dai processi amministrativi a quelli strategico-direzionali. Ovviamente, per le aziende manifatturiere tipiche, la parte più rilevante si annida nei processi di realizzazione prodotti, anche se non sono da escludere gli sprechi legati ad altri processi. Lo spreco non è legato soltanto a sbagli, errori, non conformità, ma anche a prassi e procedure consolidate che a nessuno verrebbe mai in mente di modificare. Nella maggior parte dei casi certi sprechi finiscono con l’essere tollerati e diventano parte della routine quotidiana dei processi, fino a quando non si ritiene di introdurre una piccola rivoluzione iniziando a chiedersi “perché”.

Gli strumenti del Lean Six Sigma permettono di:

  • focalizzarsi sulle esigenze dei clienti
  • migliorare la gestione del tempo
  • ridurre i costi aziendali
  • migliorare la competitività
  • aumentare l’efficienza dei processi
  • generare un successo a lungo termine

La metodologia Lean Six Sigma offre gli strumenti giusti per misurare i bisogni e le aspettative della clientela, punto iniziale di qualsiasi progetto, mettendo i clienti al centro dell’attenzione e facendo in modo che le risorse siano impiegate per creare valore.

Risulta particolarmente utile per:

  • la gestione del magazzino, la manutenzione e lo sviluppo del prodotto
  • aumentare l’efficienza di impianti produttivi o linee di assemblaggio
  • i processi transazionali nei quali agisce sulla gestione dei processi amministrativi, dei fornitori e dei carichi di lavoro in ufficio
  • l’ottimizzazione dei processi commerciali
  • la riduzione dell’assenteismo (HR), del time-to-market, degli infortuni

Il Ciclo DMAIC: 5 fasi alla base del Lean Six Sigma

Lo strumento considerato il vero e proprio fondamento della metodologia Lean Six Sigma è il Ciclo DMAIC, basato sull’applicazione di 5 fasi: Define, Measure, Analyse, Improve, Control. Ciascuna di queste fasi prevede l’applicazione di diversi strumenti e metodologie.

>>> SCOPRI DI PIÙ  SUL CICLO DMAIC <<<

Perchè applicare il Lean Six Sigma nella propria azienda?

Tale metodologia è realmente innovativa. Avviando un progetto Lean Six Sigma, infatti, l’attenzione si sposta automaticamente dalla semplice risoluzione degli errori all’ideazione di strategie che portano ad integrare e a rendere più efficaci ed efficienti gli sforzi fatti.

Per una corretta applicazione dei principi e degli strumenti delle diverse fasi del Lean Six Sigma è necessario sviluppare competenze adeguate. Per questo motivo Vendor offre la possibilità di acquisire conoscenza su principi, strumenti e applicazione della metodologia su casi reali con corsi di formazione sviluppati ad hoc per poter applicare il Lean Six Sigma  nella vostra realtà aziendale e migliorando di fatto le prospettive di lavoro.

La Certificazione Lean Six Sigma che proponiamo prevede due diversi percorsi formativi, tra cui potrai scegliere acquisendo due diversi livelli di competenze:

  • Yellow Belt, il primo passo del percorso di crescita verso l’eccellenza operativa
  • Green Belt, una formazione ulteriore rispetto alla certificazione Yellow Belt

In base al corso frequentato e a seguito del superamento dell’esame (previsto per tutti i partecipanti) otterrai la Certificazione rilasciata dall’International Lean Six Sigma Institute

Vuoi maggiori informazioni sul Corso Lean Six Sigma – Yellow Belt e Green Belt?

PARTECIPA alla LEZIONE DI PROVA GRATUITA

>>> CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI <<<