Cerca nel sito

BLOG

MISE: 678 milioni di € per Progetti di innovazione 4.0 ed economia circolare

678 milioni risparmio energetico

Innovazione 4.0 e Risparmio Energetico: 678 milioni di € destinati alle MPMI

Il Mise destina 678 milioni di €, provenienti dal fondo React-Eu e dei Fondi di Coesione, per supportare gli investimenti delle piccole e medie imprese Italiane nella realizzazione di progetti innovativi legati a tecnologie 4.0, economia circolare e risparmio energetico.

In particolare, una quota pari al 25% dei finanziamenti previsti dal nuovo regime di aiuti sono destinati ai progetti proposti dalle micro, piccole e medie imprese.

 

NOVITA’

Con decreto del 29 agosto è stato disposto l’incremento delle risorse del Bando Investimenti Green e 4.0 ( c.d. Investimenti sostenibili 4.0”) pari a 131 milioni di € destinati esclusivamente le Regioni del Centro Nord, ossia: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto, Umbria e Province Autonome di Bolzano e di Trento.

 

Chi sono i beneficiari degli incentivi?

Il contributo è rivolto alle micro, piccole e medie imprese che intendono realizzare progetti innovativi in ambito 4.0 e di economia circolare.

Le imprese non dovranno aver effettuato, nei due anni precedenti la presentazione della domanda, una delocalizzazione verso uno stabilimento situato in un’altra parte dello Spazio Economico Europeo (SEE) che realizzi prodotti o servizi oggetto dell’investimento, impegnandosi a non farlo anche fino ai 2 anni successivi al completamento dell’investimento stesso.

 

In cosa consiste il contributo?

Le agevolazioni saranno concesse in regime di Temporary Framework, sotto forma del contributo in conto impianti variabile in base al territorio e alla dimensione di impresa.

Difatti, l’aliquota massima sarà pari al:

  • Per le imprese della Calabria, Campania, Puglia, Sicilia

– micro e piccole imprese: 60% della spesa;

-medie imprese: 50%.

  • Per le imprese della Basilicata, del Molise Sardegna:

-micro e piccole imprese: 50%;

-medie imprese: 40%.

  • Infine, per le altre regioni il tetto massimo è:

-micro e piccole imprese: 35%;

-medie imprese: 25%.

Inoltre, per le imprese del Mezzogiorno è prevista una maggiorazione del 5% se il programma di investimenti viene concluso in 9 mesi, invece di 12.

Infine, in sede di valutazione delle domande verrà data priorità ai programmi di investimento per l’economia circolare e quelli in grado di portare all’azienda un risparmio energetico di almeno il 10% rispetto all’anno precedente.

 

 

Quali sono gli investimenti ammissibili ?

Il contributo agevola le attività dirette all’ampliamento della capacità produttiva, alla diversificazione della produzione, al cambiamento fondamentale del processo di produzione, o alla realizzazione di una nuova unità produttiva, attraverso l’utilizzo di tecnologie abilitanti individuate dal piano Transizione 4.0 (manifattura additiva, manifattura avanzata, realtà aumentata, integrazione automatizzata con il sistema logistico, Internet of Things, cloud, simulazione, cybersecurity, Big Data, blockchain e Intelligenza Artificiale).

 

In particolare, sono considerate ammissibili le spese relative a:

  • macchinari, impianti e attrezzature;
  • opere murarie, nei limiti del 40% dei costi ammissibili;
  • programmi informatici e licenze per l’uso di macchinari;
  • acquisizione di certificazioni ambientali.

Nel Mezzogiorno (Molise, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna)l’investimento minimo deve essere di 500.000 €, con un tetto massimo di 3 milioni (e comunque 80% dell’ultimo fatturato). Per le altre regioni la fascia è compresa tra 1 e 3 milioni di €.

 

Con la pubblicazione del decreto attuativo del 14 aprile 2022 il Mise rende noto che:

dal 4 maggio 2022 sarà possibile procedere alla compilazione delle domande;

dal 18 maggio 2022 sarà possibile presentare richiesta di contributo, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

 

Leggi il testo del bando sul sito del Mise.

Aggiornato al 19.04.2022

 

Vuoi scoprire tutte le opportunità per la tua impresa?

RICHIEDI IL CAFFÈ CON L'ESPERTO

Grazie al quale scoprirai tutte le anticipazioni sulle opportunità in arrivo per la tua impresa.