Cerca nel sito

BLOG

Credito d’Imposta per investimenti in beni strumentali 2022

Credito d'imposta beni strumentali

Tutte le novità dal 2022 sul Credito d’Imposta per investimenti in beni strumentali

Con la Legge di Bilancio 2022 il credito d’imposta per investimenti in beni strumentali è richiedibile per investimenti effettuati fino al 31 dicembre 2025, nonché entro il 30 giugno 2026, (a condizione che entro il 31.12.2025 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione del bene).

 

Quali sono le ulteriori Novità?

La Manovra ha previsto una variazione delle aliquote riconosciute in base alla tipologia di bene:

BENI 4.0

Tabella CIBS 4.0

Il 24 marzo la Camera ha dato il via libera per l’approvazione della legge di conversione del decreto Sostegni ter, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 28 marzo 2022.  Tra le novità si conferma che,  per beni materiali 4.0 effettuati nel periodo 2023-2025, il credito d’imposta spetta nella misura del 5% del costo e fino al limite massimo di costi pari a 50 milioni di € (in luogo dei 20 milioni) per la quota superiore a 10 milioni di € degli investimenti inclusi nel PNRR, diretti alla realizzazione di obiettivi di transizione ecologica.

Inoltre, si prevede che, relativamente al settore agricolo, per gli investimenti in beni materiali e immateriali 4.0 effettuati nel periodo 2023-2025 la perizia tecnica può essere rilasciata anche da un dottore agronomo o forestale, da un agrotecnico laureato o da un perito agrario laureato.

NOVITA’

Con la Circolare n.14 del 18 maggio l’Agenzia delle Entrate ha chiarito:

  • Per i beni materiali 4.0 – dall’annualità 2021 al 2025 (ovvero entro il 30 giugno 2026), per la quota di investimenti tra 10 e 20 milioni di €, il tetto di costi massimo è riferito alla singola annualità e non all’intero triennio.
  • Per i beni immateriali 4.0 – dall’annualità 2021 al 2025 – sono agevolabili le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza.

 

BENI NON 4.0

Tabella CIBS non 4.0

Con la conversione in Legge del Decreto Milleproroghe del 25 febbraio, è stata disposta la proroga fino al 31 dicembre 2022 del termine per completare gli investimenti in beni strumentali materiali 4.0 e/o beni materiali e immateriali ordinari, “prenotati” entro il 31 dicembre 2021. Dunque, per gli investimenti prenotati entro il 31 dicembre 2021 e completati entro il 31 dicembre 2022 si potrà beneficiare del bonus investimenti con le aliquote previste per il 2021.

Aggiornato al 18.05.2022

Vuoi maggiori informazioni su tutte opportunità disponibili per gli investimenti della tua azienda?

L’incontro individuale e non vincolante nel quale potrai ottenere check up dei tuoi investimenti.

Richiedi il Caffè con l'Esperto