Cerca nel sito

BLOG

Nuova Sabatini – l’incentivo per l’acquisto di beni strumentali

Nuova sabatini

Nuova Sabatini. L'incentivo a supporto dell'acquisto di beni strumentali

La Nuova Sabatini è un’agevolazione disposta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese per investire in sviluppo, digitalizzazione e ambito green.

Che cos’è la Nuova Sabatini?

Si tratta di un abbattimento degli interessi sul finanziamento per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali.

Chi sono i beneficiari della Nuova Sabatini?

Tutte le Micro, Piccole e Medie Imprese presenti sul territorio nazionale, indipendentemente dal settore economico che effettuano investimenti in beni strumentali generici, 4.0 e Green.

A quanto ammonta il contributo?

Il contributo è pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al:

sabatini

NOVITA’ – Anticipazione

Con la firma del decreto attuativo del c.d. Decreto Crescita sono previsti 80 milioni di € per il riconoscimento di un beneficio maggiore, destinato alle imprese che deliberano un aumento del capitale sociale.

Il contributo maggiorato della Nuova Sabatini sarebbe pari al 5% per le micro e piccole imprese e al 3,575% per le medie imprese.

Per accedere a tali aliquote la società deve:

  • aver deliberato un aumento del capitale sociale non inferiore al 30% del finanziamento richiesto e nella forma di conferimento in denaro entro la data di presentazione del contributo;
  • versare almeno il 25% entro i 30 giorni successivi alla concessione del contributo. La quota restante va, invece, versata entro la data di presentazione delle singole richieste di contributo in misura almeno proporzionale. 

 

Per la piena operatività del nuovo incentivo si attende l’emanazione di un successivo provvedimento della Direzione generale del MIMIT, previsto entro il 1° luglio 2024, che conterrà le regole operative per usufruire dell’incentivo, nonché la modulistica per la presentazione delle istanze.

Come avviene l’erogazione della Nuova Sabatini?

L’erogazione del beneficio per l’acquisto di beni strumentali della Nuova Sabatini avviene in più quote annuali (ad eccezione dei finanziamenti di importo non superiore a 200.000 €). 

Il contributo viene erogato in un’unica soluzione solo per le domande presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dalla data del 1° gennaio 2022, nel caso in cui l’importo del finanziamento deliberato in favore della PMI non è superiore a 200.000 €, come già disposto dalla legge di bilancio 2022, nonché per le domande presentate a decorrere:

a) dal 1° maggio 2019 e fino al 16 luglio 2020, nel caso in cui l’importo del finanziamento deliberato in favore della PMI non è superiore a 100.000 €,

come già disposto dal decreto Crescita;

b) dal 17 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, nel caso in cui l’importo del finanziamento deliberato in favore della PMI non è superiore a 200.000 €, come dal decreto Semplificazioni;

c) dal 1° gennaio 202 e fino al 1° dicembre 2021.

Con l’aggiornamento delle FAQ dell’8 Marzo 2023, viene definito il nuovo sistema di calcolo del plafond. In particolare:

Alla data di scadenza del contratto di finanziamento comunicata in sede di stipula, il plafond si ripristinerà per l’importo corrispondente. (nel caso di più contratti di finanziamento, il plafond si ripristinerà, per l’importo complessivamente contrattualizzato sulla domanda, alla scadenza dell’ultimo termine di durata dei contratti stipulati).

 Ai fini del ripristino del plafond, non rileva invece la data dell’eventuale estinzione anticipata dei contratti di finanziamento.

 Il nuovo sistema del plafond mobile rimette in gioco le imprese che hanno già saturato il limite di 4 milioni di € dei finanziamenti ottenibili. Secondo le “vecchie” disposizioni, invece, esaurito il plafond l’impresa non poteva più accedere alle agevolazioni.

Devi acquistare un macchinario innovativo?

La Nuova Sabatini è cumulabile con il Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali. Vediamo un esempio:

Un’azienda metalmeccanica e con sede in Lombardia nel 2024 acquista un nuovo macchinario 4.0 del valore di 100.000 €:

 

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali (20%)

= 20.000 €

 

Contributo Nuova Sabatini 4.0 (10,1%)

= 10.100 €

 

BENEFICIO TOTALE = 30.100

Aggiornato al 21.02.24

Vuoi richiedere il contributo della Nuova Sabatini per la tua impresa?

Richiedi il Caffè con l'Esperto

l’incontro non vincolante con il nostro consulente che ti permetterà di scoprire tutte le opportunità per la tua impresa.