Cerca nel sito

BLOG

Pia (Programmi integrati di Agevolazione) Puglia 2024 – incentivo per ricerca e sviluppo

Pia Puglia ricerca e sviluppo

Programmi integrati di Agevolazione (Pia) Puglia 2024 - incentivo per ricerca e sviluppo

La Regione Puglia ha destinato 55 milioni di € ai Programmi Integrati di Agevolazione (PIA). I programmi, svolti anche in collaborazione con PMI e start up innovative, hanno l’obiettivo di supportare  la ricerca e sviluppo ed ulteriori investimenti volti all’aggregazione delle competenze, al rafforzamento delle filiere e alla creazione di sinergie. 

Chi sono i beneficiari dell’incentivo?

Possono presentare il PIA singolarmente o in associazione con altre PMI ed ottenere il contributo le:

  1. medie imprese con almeno 2 bilanci; 
  2. le piccole imprese, con un fatturato medio nell’ultimo triennio di almeno 1 milione di €; 
  1. le imprese innovative in aderenza con altre PMI o singolarmente (in casi specifici).

Sono ammissibili le imprese aventi i seguenti codici Ateco. 

Quale incentivo prevede il PIA a sostegno della ricerca industriale?

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto variabile:

  • Attività di ricerca e sviluppo: 

-il 60% per le medie imprese ed il 70% per le piccole imprese dei costi ammissibili per la ricerca industriale; 

-il 35% per le medie imprese ed il 45% per le piccole imprese dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale. 

L’intensità può aumentare fino all’80% se il progetto prevede una collaborazione effettiva o i risultati del progetto sono ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni, banche dati di libero accesso o software open source o gratuito. 

  • Attività di innovazione: fino al 50% della spesa
  • Investimenti produttivi: variabile dal 40% al 50%.
  • Aiuti per la formazione: variabile dal 60% al 70%.
  • Investimenti a favore della tutela ambientale e della sostenibilità: variabile dal 55% al 65%.
  • Servizi di consulenza specialistica e partecipazione a fiere: fino al 50%.

Quali sono gli interventi ammissibili?

Sono ammissibili al PIA le spese sostenute nell’arco di durata del progetto e strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi:

  • ricerca industriale e sviluppo sperimentale;
  • progetti di innovazione;
  • investimenti produttivi;
  • interventi formativi;
  • investimenti a favore della tutela ambientale;
  • Consulenze specialistiche, programmi di Internazionalizzazione e di partecipazione a fiere.

Domande dal 22 gennaio 2024. Puglia Sviluppo, ricevute le istanze di accesso secondo l’ordine cronologico di invio telematico, avvia, se necessario anche mediante la fase dell’interlocuzione con il soggetto proponente, un esame istruttorio, al fine di accertare le condizioni di ammissibilità, di sostenibilità e fattibilità del progetto.

 

Leggi il testo del bando sul sito della Regione Puglia.

Aggiornato al 17.01.2024

Vuoi scoprire come ottenere l’incentivo per investire in ricerca, sviluppo e innovazione?

Richiedi il Caffè con l'Esperto

l’incontro non vincolante con il nostro consulente che ti permetterà di scoprire tutte le opportunità per la tua impresa