Cerca nel sito

BLOG

Efficienza operativa al servizio del settore agricolo: i risultati di un’azienda specializzata nella produzione di serre

Efficienza operativa al servizio del settore agricolo

In questo articolo:

– L’azienda e il settore di riferimento
– Le problematiche
– Il progetto
– I risultati

L’azienda e il settore di riferimento

Il nostro cliente è una storica realtà bergamasca che si occupa della produzione e installazione di serre destinate alla floricoltura ed orticoltura, sia a livello nazionale sia internazionale. Nel corso della sua attività ha sempre mostrato attenzione al rinnovamento tecnologico e dei processi produttivi. Oggi si avvale dei più recenti strumenti di disegno e calcolo per la progettazione dei suoi prodotti e ha consolidato in Italia e all’estero un’adeguata rete di vendita in grado di fornire assistenza al cliente a partire dal suo primo contatto con l’azienda.

Attenzione da parte dell’azienda è inoltre rivolta a processi produttivi ecosostenibili in grado di sfruttare l’energia rinnovabile, messo in pratica attraverso l’installazione di un impianto solare fotovoltaico e un impianto di cogenerazione a gas mediante il quale è possibile produrre l’acqua calda necessaria ai sistemi di produzione. Un’azienda che oggi dimostra di porsi in una condizione di indipendenza energetica.

Le problematiche

La grande attenzione nei confronti dell’innovazione e della tecnologia ha portato il nostro cliente a voler verificare la sua effettiva efficienza aziendale. Al momento dell’incontro con il team di specialisti di Vendor, l’azienda voleva infatti verificare che i processi di ammodernamento fossero effettivamente in grado di apportare benefici all’attività e all’ambiente. Ma soprattutto era consapevole di avere numerose criticità inerenti il lato operativo e la gestione delle risorse di magazzino. Vendor a seguito di un’analisi diagnostica di tipo verticale ha identificato le seguenti criticità:

  • Giacenze di prodotto finito eccessive ferme in magazzino
  • Inadeguatezza dei tempi di movimentazione, ergonomia e sicurezza dei prodotti in magazzino
  • Difficoltà del controllo delle attività di approntamento alla spedizione e carico mezzi
  • Difficoltà di monitoraggio degli avanzamenti di produzione
  • Servizio di customer care migliorabile

Il progetto

A seguito dell’analisi preliminare che ci ha permesso di individuare le principali criticità del nostro cliente, abbiamo definito insieme gli obiettivi da raggiungere che riguardavano in primo luogo la riduzione delle scorte di magazzino per azzerare gli sprechi di produzione. È stato dunque sviluppato un piano di efficientamento operativo volto a potenziare i sistemi informativi con una migrazione dei sistemi di programmazione da MTS a MTO attraverso l’implementazione di codici a maggior valore. Sono stati implementati tool di pianificazione logistico/produttiva con l’integrazione di una metodologia SMED il cui scopo era quello di ridurre i tempi di setup e, conseguentemente, la dimensione dei lotti per garantire una maggiore flessibilità dei processi. Infine sono stati valutati e selezionati una serie di sistemi informativi “centralizzati”, “distribuiti” ed “integrati” (ERP) per apportare un rinnovamento tecnologico e digitale coerente con le necessità del cliente.

I risultati

Nel corso del prossimo biennio a seguito dell’implementazione di tutte le funzionalità previste dal piano di efficientamento operativo si prospetta di ottenere i seguenti risultati:

  • Riduzione dei prodotti finiti in magazzino con benefici sull’impegno finanziario di circa il 10%
  • Efficientamento della logistica interna
  • Riduzione dei tempi di consegna al cliente del 15%
Articoli correlati