Cerca nel sito

BLOG

Credito d’Imposta ricerca sviluppo 2022

credito imposta ricerca e sviluppo

Credito d’imposta ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e design 2022

Il Credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e design è l’incentivo che supporta la competitività delle imprese e ne favorisce i processi di transizione digitale e di sostenibilità ambientale.

 

Chi può beneficiare del credito d’imposta?

Possono beneficiarne le imprese di qualsiasi dimensione, indipendentemente dalla natura giuridica e dal settore economico di appartenenza.

A quanto ammonta il contributo?

Il Credito d’imposta ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e design prevede aliquote e massimali di spesa diversi in base al tipo e l’anno di investimento . Nello specifico:

 

credito imposta ricerca e sviluppo

NOVITA’

Con il decreto Semplificazioni pubblicato in G.U. il 21 giugno 2022 si è prevista una certificazione preventiva rilasciata da enti e soggetti qualificati per attestare “la qualificazione degli investimenti effettuati o da effettuare” affinché possano essere classificati tra le tipologie di investimenti ammissibili. Per rendere lo strumento operativo si attende la pubblicazione del decreto attuativo.

 

Il 27 luglio la Camera ha dato il via libera alla conversione in legge del Decreto Semplificazioni, introducendo le seguenti novità in tema di certificazione preventiva:

  • Certificazione delle spese in ricerca e sviluppo estesa alle Università;
  • La certificazione dovrà attestare la qualificazione degli investimenti effettuati o da effettuare ai fini della loro classificazione nell’ambito delle attività ammissibili.

 

Si attende la conversione in legge entro il 20 agosto 2022. 

Vuoi inviarci anche tu la tua domanda sul credito d’imposta ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e design?

sarai ricontattato al più presto per ricevere la tua risposta

Richiedi il Caffè con l'Esperto